Spedizione in Italia Gratuita per ordini superiori a € 100,00

RAFFORZARE LE DIFESE IMMUNITARIE

Che cosa è il sistema immunitario?

Per un organismo, il sistema immunitario rappresenta il miglior baluardo contro le minacce provenienti dall’ambiente esterno – come per esempio virus, batteri, parassiti ecc. – ma anche dall’interno – come per esempio le cellule impazzite (cellule tumorali) o malfunzionanti. Per adempiere alle proprie funzioni protettive, il sistema immunitario può contare su svariati organi, tessuti, tipi cellulari e glicoproteine; insieme, tutti questi elementi compongono una sorta di “esercito” deputato ad attivarsi e aggredire qualunque cosa costituisca una potenziale minaccia per l’organismo. Tra i tessuti e gli organi costituenti il sistema immunitario, rientrano la pelle, la milza, le tonsille, il midollo osseo, il timo e i linfonodi; tra le cellule del sistema immunitario, meritano una citazione i globuli bianchi(granulociti, monociti e linfociti); infine, tra le glicoproteine del sistema immunitario, si ricordano gli anticorpi.

Cosa indebolisce le difese immunitarie ?

Rafforzare le difese immunitarie è un bisogno a cui provvedere quando vengono compromesse o indebolite da fattori come lo stress, certe patologie, l’uso smodato di antibiotici, il freddo, il cambio di stagione, l’alimentazione impropria, l’inadeguato riposo notturno ecc. In questi frangenti, l’indebolimento del sistema immunitario comporta una maggiore suscettibilità alle infezioni (malattie scatenate da agenti infettivi quali batteri, virus, funghi e parassiti).

Come rafforzare le difese immunitarie?

Secondo il parere unanime della comunità medico-scientifica, il modo migliore per rafforzare le difese immunitarie è adottare uno stile di vita sano. Del resto, è un dato di fatto che, con l’adozione di uno stile di vita sano, qualsiasi organo, apparato e sistema del corpo umano – compreso il sistema immunitario – funziona meglio e in modo più efficace. 
Il rafforzamento delle difese immunitarie, attraverso comportamenti di vita sana, si fonda su alcuni capisaldi, che sono:

  • Una buona vita. Un buon equilibrio psico-emozionale ottenuto attraverso buone relazioni con gli altri ed un buon rapporto con se stessi.

  • Una dieta appropriata. La consuetudine di consumare fruttaverduracereali integrali e yogurt, associata magari all’assunzione di prebiotici e probiotici (fermenti lattici vivi), e la buona abitudine di limitare l’assunzione di cibi ricchi di grassi saturi, sono alla base di un regime alimentare corretto nonché atto a rinvigorire il sistema immunitario.
  • L’attività fisicaLo sport aiuta a potenziare il sistema immunitario, purché praticato in modo intelligente, equilibrato e senza eccessi.
    In merito agli effetti benefici dello sport sulle difese immunitarie, interessanti studi scientifici hanno dimostrato che l’esercizio fisico regolare migliora la funzione dei neutrofili, ossia una delle componenti cellulari costituenti i globuli bianchi. 
  • Il mantenimento nella norma del peso corporeo. Questo aspetto è strettamente connesso a un regime alimentare equilibrato e a un esercizio fisico costante. 
  • La limitazione delle bevande alcoliche. L’abuso di alcol nuoce gravemente alla salute e ha un effetto depressivo sul sistema immunitario. 
  • Riposare a sufficienza. Durante il sonno notturno, il corpo umano rielabora le proteine introdotte con la dieta e se ne serve per combattere i potenziali patogeni. Chi non dorme abbastanza, nel corso della notte, non riesce a utilizzare le proteine per il suddetto scopo, quindi è più vulnerabile alle infezioni.

Per affiancare queste sane abitudini di vita è possibile anche avvalersi delle risorse che la natura offre da sempre all’essere umano: il variegato gruppo di piante medicinali ad azione drenante, immunomodulante e adattogena. Queste piante, infatti, rappresentano un ottimo aiuto al rafforzamento del sistema immunitario indebolito e non presentano effetti indesiderati se assunte seguendo le corrette indicazioni. 

Di seguito proponiamo alcuni esempi:

Astragalo (Astragalus membranaceus): il suo fitocomplesso è ricco di saponine triterpeniche e di flavonoidi che promuovono l’attività antinfiammatoria e immunomodulante. Grazie all’azione combinata (o sinergica) delle sue componenti, l’astragalo rappresenta:

  • Un potente adattogeno e un tonico-stimolante;
  • Uno stimolante del sistema nervoso centrale (SNC). È infatti un fattore che induce la veglia (per questo motivo è sconsigliata l’assunzione di astragalo in caso di insonnia e prima di coricarsi);
  • Un rimedio utile a migliorare la convivenza con il raffreddore;
  • Un cardiotonico diretto. I flavonoidi favoriscono l’aumento della forza di contrazione cardiaca
  • Un cardiotonico indiretto, grazie alle sue proprietà adattogene e tonico-stimolanti;


Timo (Thymus vulgaris): le proprietà del timo dipendono dal suo olio essenziale, che è conosciuto anche come timolo. Si tratta di un monoterpeno fenolico, ossia una di quelle sostanze utilizzate nei cibi e nei profumi proprio per via del loro odore e del loro aroma. Oltre a questa sostanza, la pianta contiene anche il carvacrolo, alcuni ossidi quali il cineolo e i metilesteri di timolo, degli alcoli come il borneolo, il geraniolo e il linalolo, degli esteri quali l’acetato di bornile e di linalile, e degli idrocarburi come il cimene e il terpinene.
Tutte queste sostanze, contenute nelle sommità fiorite e nelle foglie, conferiscono al timo proprietà antisettiche, balsamiche ed espettoranti.
Questa pianta è dunque particolarmente indicata contro i problemi delle prime vie aeree, come rimedio naturale per il raffreddore, per lenire i sintomi della tosse, della bronchite acuta e cronica. Sempre grazie al timolo è inoltre indicata per contrastare il meteorismo e i parassiti intestinali.

Linfa di betulla (Betula pubescens linfa): contiene due eterosidi, che per via enzimatica liberano salicilato di metile ad azione analgesica, antiinfiammatoria e diuretica, infatti in gemmoterapia si utilizza il gemmoderivato di linfa di betulla per drenare l’organismo dai liquidi in eccesso e aiutarlo nel processo di disintossicazione. Il drenaggio prodotto dalla linfa di betulla agisce sul sistema linfatico, che regola gli accumuli dei liquidi nei tessuti ed è considerato il baluardo di difesa del nostro organismo (lungo le vie linfatiche esistono, infatti, degli organi, chiamati linfonodi, capaci di produrre i cosiddetti linfociti, che difendono il corpo dagli agenti infettivi), quindi agisce anche come stimolante delle naturali difese dell’organismo, ed è un ottimo aiuto contro gli effetti dannosi dei radicali liberi e gli attacchi di agenti infettivi.

Salvia (Salvia officinalis): l’acido carnosico e i triterpeni (amirina, betulina, acido crategolico ed acido 3-idrossi-ursolico) conferiscono alla salvia proprietà antinfiammatorie e diuretiche offrendo una buona risposta contro la ritenzione idrica, gli edemi, i reumatismi e mal di testa. I preparati a base di salvia sono efficaci per combattere tutte le forme di catarro grazie alla presenza dell’olio essenziale dalle proprietà antisettiche e balsamiche. Per questa ragione trova impiego nella cura delle patologie dell’apparato respiratorio in caso di raffreddore, tosse, mal di gola e febbre.

Aloe (Aloe vera): tra i tanti polisaccaridi che la pianta contiene, l’Acemannano, è risultato avere proprietà immunomodulante, cioè in grado di regolare le risposte immunitarie agli agenti infettivi o sensibilizzanti, come nel caso delle allergie o delle malattie autoimmuni. Questi principi attivi rendono la pianta un ottimo rimedio per incrementare l’attività dei macrofagi (fagociti) contro tossine e tumori. Questa azione, diretta al sistema immunitario, aiuta a protegge l’organismo da infezioni virali, in caso di malattie da raffreddamento, febbre, bronchite, Herpes, infezioni recidive

La sinergia tra piante diverse può dare ancora migliori risultati che l’utilizzo della pianta da sola. Di seguito alcuni rimedi integratori studiati per ottimizzare la modulazione delle naturali difese immunitarie.

LUXVIR gocce

Indicazioni: 

In base ai componenti vegetali e alle informazioni Omeosinergetiche su di essi registrate con modalità biocibernetica, questo rimedio è un ottimo adiuvante nelle infezioni virali. Indicato come supporto per qualsiasi affezione che abbia alla base una debilità e un deficit reattivo (es. febbricola) e negli stati di debilitazione cronica. Utile supporto nella tendenza alle infezioni ricorrenti delle vie aeree nei soggetti giovani e nella profilassi stagionale autunno-inverno, soprattutto nei bambini. 

Composizione: 

Timo (Thymus vulgaris L.) folium estratto fluido, 

Liquirizia (Glycyrrhiza glabra L.) radix estratto fluido, 

Astragalo (Astragalus membranaceus Moench) radix estratto fluido.

Posologia: 

1 goccia per anno di età per 3-4 volte al giorno sino ai 12 anni, dai 12 anni in su 12 gocce per 3-4 volte al giorno.

Forma farmaceutica: 

Soluzione in flacone da 50 ml con tappo dosa gocce.

LUXLINFO gocce e fiale

Indicazioni: 

In base ai componenti vegetali e alle informazioni Omeosinergetiche su di essi registrate con modalità biocibernetica, questo è il rimedio che favorisce le funzionalità di drenaggio emuntoriale, di sblocco linfatico e di depurazione mesenchimale. Utile supporto in tutte le manifestazioni sintomatiche acute. 

Composizione: 

Betulla (Betula pubescens Ehrh.) gemma soluzione idrogliceroalcolica, 

Salvia (Salvia officinalis L.) folium estratto fluido, 

Betulla (Betula pendula Roth) linfa.

Posologia: 

1 goccia per anno di età per 3-4 volte al giorno sino ai 12 anni, dai 12 anni in su 12 gocce per 3-4 volte al giorno.

Forma farmaceutica: 

Soluzione in flacone da 50 ml con tappo dosa gocce.

LUXMALT gocce e fiale

Indicazioni: 

In base ai componenti vegetali e alle informazioni Omeosinergetiche su di essi registrate con modalità biocibernetica, questo è il rimedio utile in tutte le situazioni in cui risulti insufficiente o deficitaria la fisiologica funzionalità intestinale, con particolare attenzione al mantenimento dell’omeostasi del microbiota intestinale e del tessuto linfoide associato alle mucose (MALT).

Composizione: 

Aloe (Aloe vera (L.) Burm. F.) succus ex foliis estratto fluido tit. 1% derivati idrossiantracenici espressi come barbaloina anidra, 

Vite (Vitis vinifera L.) gemma soluzione gliceroalcolica, 

Mirtillo rosso (Vaccinium Vitis Idaea L.) surculi soluzione gliceroalcolica.

Posologia: 

1 goccia per anno di età per 3-4 volte al giorno sino ai 12 anni, dai 12 anni in su 12 gocce per 3-4 volte al giorno.

Forma farmaceutica: 

Soluzione in flacone da 50 ml con tappo dosa gocce.

 

Simona Fantini Naturopata ad indirizzo Omeosinergetico.

Simona Fantini è Informatrice medica, Naturopata ad Indirizzo Omeosinergetico e, da più di vent’anni, organizzatrice di Scuole, Corsi ed eventi nell’ambito della Medicina integrata e dell’alimentazione clinica. Dal 2017 docente all’Accademia di Omeosinergia, della quale è tra i fondatori, perchè da sempre impegnata nella divulgazione del messaggio della Medicina Omeosinergetica che interpreta la malattia come benattia, processo sensato, bio-logico, che l’organismo mette in atto per guarire.

Vista l’esperienza maturata nel settore dei prodotti naturali, si occupa anche della direzione commerciale di Olos Luce, Distributore degli Integratori Omeosinergici Informati Linea Lux.M, nati per incarnare la concezione terapeutica della Medicina Omeosinergetica: drenaggio del carico tossinico, cura della matrice connettivale, riattivazione dei processi di regolazione e consapevolezza del senso del sintomo e della malattia.

Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Immagine
  • SKU
  • Valutazioni
  • Prezzo
  • Magazzino
  • Disponibilità
  • Aggiungi al carrello
  • Descrizione
  • Contenuto
  • Peso
  • Dimensioni
  • Additional information
  • Attributi
  • Custom attributes
  • Custom fields
Click outside to hide the compare bar
Comparatore
Lista desideri 0
Apri la Lista desideri Continua lo shopping