Spedizione in Italia Gratuita per ordini superiori a € 100,00

Flaxseed: its bioactive components and their cardiovascular benefits

ABSTRACT Cardiovascular disease remains the leading cause of mortality and morbidity world- wide. The inclusion of functional foods and natural health products in the diet are gaining increasing recognition as integral components of lifestyle changes in the fight against cardiovascular disease. Several preclinical and clinical studies have shown the beneficial cardiovascular effects of dietary supplementation with flaxseed. The cardio- vascular effects of dietary flaxseed have included an antihypertensive action, antiatherogenic effects, a lowering of cholesterol, an anti-inflammatory action, and an inhibition of arrhythmias. Its enrichment in the -3 fatty acid -linolenic acid and the antioxidant lignan secoisolariciresinol diglucoside as well as its high fiber content have been implicated primarily in these beneficial cardiovascular actions. Although not as well recognized, flaxseed is also composed of other potential bioactive compounds such as proteins, cyclolinopeptides, and cyanogenic glycosides, which may also produce biological actions. These compounds could also be responsible for the cardiovascular effects of flaxseed. This article will not only summarize the cardiovascular effects of dietary supplementation with flaxseed but also review its bioactive compounds in terms of their properties, biological effects, and proposed mechanisms of action. It will also discuss promising research directions for the future to identify additional health-related benefits of dietary flaxseed. 

SINTESI Le malattie cardio-vascolari restano la principale causa di mortalità e morbilità in tutto il mondo. L’inclusione di alimenti funzionali e prodotti naturali per la salute nella dieta sta guadagnando un crescente riconoscimento in qualità di componenti integrativi per cambiamenti dello stile di vita nella lotta contro le malattie cardiovascolari. Diversi studi preclinici e clinici hanno dimostrato effetti cardio-vascolari benefici per quanto riguarda il supplemento dietetico con semi di lino. Gli effetti cardio-vascolari dei semi di lino dietetici hanno esibito un’azione antipertensiva, effetti anti-aterogenici, un abbassamento del colesterolo, un’azione antinfiammatoria e un’inibizione delle aritmie. Il loro arricchimento in acidi grassi -3, acido -linolenico e nell’antiossidante lignano secoisolariciresinolo diglucoside e il loro alto contenuto di fibre sono stati osservati essere coinvolti principalmente in queste azioni cardio-vascolari benefiche. Pur non essendo altrettanto risaputo, i semi di lino sono costituiti anche da altri composti potenzialmente bioattivi quali proteine, ciclolinopeptidi e glicosidi cianogenici, i quali possono indurre azioni biologiche. Questi composti potrebbero anche loro essere responsabili degli effetti cardio-vascolari dei semi di lino. Questo articolo non solo riassumerà gli effetti cardio-vascolari dell’integrazione dietetica con semi di lino, ma esaminerà anche i suoi composti bioattivi in ​​termini di proprietà, effetti biologici e meccanismi d’azione proposti. Discuterà inoltre di promettenti direzioni di ricerca per il futuro al fine di identificare ulteriori benefici dei semi di lino dietetici per la salute.

Fig. 1.

Effetto antipertensivo Lo studio più lungo, l’RCT FLAX-PAD, durato un anno, ha riportato una significativa riduzione di 10 mmHg della SBP e 7 mmHg della DBP nel gruppo di pazienti ipertesi trattati con 30 g di semi di lino macinati nel cibo (Rodriguez-Leyva D et al, 2013). Poiché la misurazione della BP brachiale non è sempre considerata un buon marker di conferma degli effetti antipertensivi, sono stati verificati gli effetti dei semi di lino sulla BP centrale: sono state osservate una caduta di 3.4 e 4.9 mmHg della SBP centrale dal baseline rispettivamente al sesto e al dodicesimo mese e un abbassamento della DBP centrale di 1.3 e 2.6 mmHg, nei pazienti trattati con 30 g di semi di lino macinati in una varietà di alimenti rispetto al placebo (Caligiuri SP et al, 2014).

Effetti ipolipemizzante ed antiaterosclerotico Gran parte degli studi sull’uomo riferisce che i semi di lino riducono il colesterolo totale (TC) del 6-11% ed il colesterolo LDL (del 9-18% negli individui normolipidemici (Cunnane SC et al, 1993; Clark WF et al, 1995; Cunnane SC et al, 1995) e il TC del 5-17% e il colesterolo LDL del 4-10% nei soggetti ipercolesterolemici (Jenkins DJ et al, 1999; Mandasescu S et al, 2005; Patade A et al, 2008). È stato osservato che 38-40 g/die di semi di lino macinati nel cibo possono abbassare i livelli delle lipoproteine aterogeniche Lp(a) e delle apolipoproteine A-1 e B dopo 12 settimane di assunzione. L’integrazione di semi di lino non interferisce con gli effetti ipocolesterolemici di medicinali quali le statine, anzi è risultata essere biologicamente additiva (Edel AL et al, 2015).

Effetto antiaggregante Due studi su animali hanno rivelato effetti sull’aggregazione piastrinica da parte dei semi di lino. Uno tra questi ha osservato una riduzione significativa dell’aggregazione piastrinica in criceti diabetici, dopo 20 settimane di supplemento dietetico con semi di lino (Iancu RI et al, 2006). L’altra analisi ha dimostrato gli effetti antiaggreganti piastrinici in ratti trattati con una dieta ricca di grassi e con una integrazione di semi di lino (Haliga RE et al, 2013). Uno studio sull’uomo ha rivelato un’assenza di variazioni nella velocità e nell’estensione dell’aggregazione piastrinica a dosaggi tra i 10 e i 40 g/die di semi di lino nel cibo (Edel AL et al, 2016). Nel trial FLAX-PAD si è manifestata una significativa inibizione dell’aggregazione piastrinica trombina-indotta, in pazienti con arteriopatie periferiche trattati con semi di lino (Edel AL et al, 2015).

Effetto sulla funzionalità cardiaca Uno studio sui conigli ha presentato gli effetti sulla funzione del cuore da parte dei semi di lino (Ander BP et al, 2004). I conigli sono stati alimentati con una dieta arricchita con semi di lino, in assenza o anche in presenza del colesterolo aggiunto nella dieta. I cuori isolati di questi animali sono stati sottoposti a condizioni ischemiche e di riperfusione. I cuori degli animali alimentati con i semi di lino hanno mostrato un’incidenza significativamente più bassa di aritmie. In particolare, la fibrillazione ventricolare (VF) è stata osservata solo nel 6% dei cuori di conigli trattati con semi di lino durante l’ischemia, rispetto al gruppo alimentato con colesterolo che presentava invece una VF nel 28% dei casi. Durante la riperfusione, inoltre, il gruppo nutrito con semi di lino ha evidenziato un 19% di VF rispetto al 64% di VF nel gruppo con colesterolo. La dieta integrata con semi di lino ha anche comportato un intervallo QT più breve rispetto all’intervallo prolungato nel gruppo alimentato con colesterolo. Trial clinici sull’uomo ancora non hanno riportato effetti significativi sulla funzione cardiaca (Caligiuri SP et al, 2016). 

References

  • Rodriguez-Leyva D et al. Potent antihypertensive action of dietary flaxseed in hypertensive patients. Hypertension 62: 1081-1089, 2013. 
  • Caligiuri SP et al. Dietary flaxseed reduces central aortic blood pressure without cardiac involvement but through changes in plasma oxylipins. Hypertension 68: 1031-1038, 2016. 
  • Cunnane SC et al. High alpha-linolenic acid flaxseed (Linum usitatissimum): some nutritional properties in humans. Br J Nutr 69: 443-453, 1993. 
  • Clark WF et al, 1995. Flaxseed: a potential treatment for lupus nephritis. Kidney Int 48: 475-480, 1995.
  • Cunnane SC et al. Nutritional attributes of traditional flaxseed in healthy young adults. Am J Clin Nutr 61: 62-68, 1995.
  • Jenkins DJ et al. Health aspect of partially defatted flaxseed, including effects on serum lipids, oxidative measures, and ex vivo androgen and progestin activity: a controlled crossover trial. Am J Clin Nutr 69: 395-402, 1999.
  • Mandasescu S et al. Flaxseed supplementation in hyperlipidemic patients. Rev Med Chir Soc Med Nat Iasi 109: 502-506, 2005.
  • Patade A et al. Flaxseed reduces total and LDL cholesterol concentrations in Native American postmenopausal women. J Womens Health (Larchmt) 17: 355-366, 2008.
  • Edel AL et al. Dietary flaxseed independently lowers circulating cholesterol and lowers it beyond the effects of cholesterol-lowering medications alone in patients with peripheral artery disease. J Nutr 145: 749-757, 2015.
  • Iancu RI et al. Modulation of the platelet function by diet supplemented with flaxseed and vitamin E in diabetic hamsters. Rev Med Chir Soc Med Nat Iasi 110: 962-967, 2006.
  • Haliga RE et al. Flaxseed prevents leukocyte and platelet adhesion to endothelial cells in experimental atherosclerosis by reducing sVCAM-1 and vWF. Sci World J 2013:303950, 2013.
  • Edel AL et al. The effect of flaxseed dose on circulating concentrations of alpha-linolenic acid and secoisolariciresinol diglucoside derived enterolignans in young, healthy adults. Eur J Nutr 55: 651-663, 2016.
  • Ander BP et al. Dietary flaxseed protects against ventricular fibrillation induced by ischemia-reperfusion in normal and hypercholesterolemic Rabbits. J Nutr 134: 3250-3256, 2004.

PREBIO SLM è un integratore alimentare a base di semi di lino qualità oro (Linum usitatissimum L. – seme intero).

Può coadiuvare la regolarità del transito intestinale, il normale volume e la consistenza delle feci. Può avere un’azione emolliente e lenitiva del sistema digerente. Può essere utile nel metabolismo lipidico, nella modulazione/limitazione dell’assorbimento dei nutrienti e nell’omeostasi della fisiologia cardio-vascolare.

Modalità d’uso:

Da 1 a 3 cucchiai colmi al giorno (circa 10 g/die) da prendere in purezza o dispersi in latte, yogurt o insalate. Bere abbondante acqua dopo l’assunzione. Non eccedere le dosi indicate.

Contenuto: Lino (Linum usitatissimum L.) semi interi qualità oro in busta da 250 g

VALORI NUTRIZIONALI PER 100g

ENERGIA (kJ/Kcal) ………. 2199/533

GRASSI …………………… 43

DI CUI SATURI …………….4

CARBOIDRATI ……………. 5,1

DI CUI ZUCCHERI …………1,5

FIBRE ………………………. 24

PROTEINE ………………… 20

SALE ………………………. 0,08

ACIDO ALFA LINOLENICO…. 27

VALORI NUTRIZIONALI PER DOSE GIORNALIERA (CIRCA 10g)

ENERGIA (kJ/Kcal) ………. 219/53

GRASSI …………………… 4,3

DI CUI SATURI …………….0,4

CARBOIDRATI ……………. 0,51

DI CUI ZUCCHERI …………0,15

FIBRE ………………………. 2,4

PROTEINE ………………… 2

SALE ………………………. 0,008

ACIDO ALFA LINOLENICO…. 2,7

Termine di conservazione: 12 mesi.

Conservare in luogo asciutto e lontano da fonti di calore.

Distribuito da Olos Luce di Olos System SRL – Viale Francesco Ferrari 48/a – 73042 Casarano (Le)

E-mail: ordini@omeosinergia.eu

WhatsApp: +39 324 0868830

Centralino vocale: 0833 217961

Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Immagine
  • SKU
  • Valutazioni
  • Prezzo
  • Magazzino
  • Disponibilità
  • Aggiungi al carrello
  • Descrizione
  • Contenuto
  • Peso
  • Dimensioni
  • Additional information
  • Attributi
  • Custom attributes
  • Custom fields
Click outside to hide the compare bar
Comparatore
Lista desideri 0
Apri la Lista desideri Continua lo shopping